Il mio fornitore era Pharmacy DCA per la consegna rapida dal Regno Unito. Sto considerando DCA -LAB per la prossima consegna. Potete consigliarmi?

D: Ho un cancro alla prostata al secondo stadio da 7 anni. Ho iniziato a prendere DCA 500mg 3 volte al giorno per 6 settimane (alla fine del mese). Il 30 agosto 2018 controllerò il mio livello di PSA. In caso di risultato positivo, voglio continuare il trattamento per altri 2 mesi. Il mio fornitore era Pharmacy DCA per una consegna rapida dal Regno Unito. Sto considerando DCA -LAB per la prossima consegna. Potete per favore consigliarmi. Cordiali saluti, Roger. R: Caro Roger, Purtroppo il cancro alla prostata colpisce molti uomini in tutto il mondo. Fortunatamente, esistono numerose ricerche sull'argomento. Prima di tutto, è necessario monitorare i progressi del trattamento del cancro. Scoprite se la terapia in corso e il protocollo DCA funzionano. Controllate il livello del PSA e scoprite se sta aumentando o diminuendo. Ripetere il test del PSA ogni 3-6 mesi. Anche una tomografia computerizzata (TC) o una tomografia a emissione di positroni (PET) e un'ecografia intrarettale possono essere utili per verificare se il trattamento funziona o meno. Se il marcatore tumorale e le dimensioni del tumore sono stabili o in diminuzione, continuate a seguire le vostre indicazioni. Se aumentano, è bene considerare la possibilità di cambiare o aggiungere qualcosa di nuovo al trattamento. Inoltre, seguite i consigli del vostro medico come guida principale. È uno specialista della salute che comprende al meglio la vostra situazione. Per quanto riguarda la domanda sui fornitori, riteniamo che DCA-Lab sia un ottimo marchio che offre un buon servizio clienti e tempi di consegna. Non si può sbagliare scegliendoli. Tuttavia, considerate la lettura della nostra recensione dettagliata sui fornitori di dicloroacetato di sodio più popolari: https://www.dcaguide.org/suppliers/dca-lab. Combattere il cancro alla prostata è un compito scoraggiante all'inizio. Tuttavia, presto prenderete l'abitudine di seguire quotidianamente il vostro programma personalizzato e scoprirete quali opzioni funzionano meglio per voi. Il fenbendazolo è un'altra eccellente aggiunta al protocollo DCA. Gli studi hanno dimostrato che questi due prodotti agiscono in modo complementare. (Ref) Si consiglia di aggiungere il fenbendazolo al protocollo per ottenere risultati ancora migliori. È un'ottima combinazione con il DCA, soprattutto per il cancro alla prostata. Ulteriori informazioni su questo farmaco antitumorale veterinario riproposto sono disponibili sul sito https://www.fenbendazole.org/.

Ho una zia con un cancro al seno IV. Potete indicarmi i prodotti giusti per favore?

D: Ho una zia con un cancro al seno IV. Potete indicarmi i prodotti giusti per favore? Daniel R: Caro Daniel, grazie per la tua e-mail. Capiamo che questo è un momento molto difficile per lei e la sua famiglia. La zia dovrebbe continuare a farsi visitare regolarmente dal suo oncologo e dagli altri medici che seguono la sua situazione attuale. Se sua zia sta seguendo qualche tipo di terapia e non è troppo pesante per il suo benessere, la preghiamo di continuare a farlo. I risultati migliori si ottengono quando si combinano insieme medicina tradizionale e alternativa. Per rispondere alla sua domanda, ci sono diverse opzioni disponibili per le persone con tumore al seno metastatico. Innanzitutto, se non soffre di neuropatia periferica o di compromissione della funzionalità epatica, può prendere in considerazione l'assunzione di DCA (dicloroacetato di sodio). Può trovare tutte le informazioni necessarie a questa pagina: https://www.dcaguide.org/dca-information. Può anche scegliere dove acquistare il prodotto tra tutti i fornitori che abbiamo recensito: https://www.dcaguide.org/suppliers. Troverete sicuramente qualcosa di adatto alle vostre esigenze. Il DCA ha bisogno di almeno 4-6 settimane per iniziare a funzionare. In secondo luogo, è possibile utilizzare il fenbendazolo come parte del protocollo antitumorale. Alcuni studi suggeriscono che il DCA diventa ancora più potente se usato in combinazione con il fenbendazolo: Il fenbendazolo agisce come un moderato agente destabilizzante dei microtubuli e provoca la morte delle cellule tumorali modulando molteplici vie cellulari. Il fenbendazolo agisce anche da solo contro il cancro al seno e una grande varietà di altri tipi di cancro. Potete trovare maggiori informazioni sul fenbendazolo su questo sito: https://www.fenbendazole.org/. Recentemente si è sentito dire che questo farmaco può aiutare le persone affette da cancro al seno, stabilizzando la malattia o riducendo i tumori mammari. Prima di iniziare l'assunzione di fenbendazolo, è necessario assicurarsi che il paziente non abbia problemi epatici significativi, come cirrosi o ittero. Come per il DCA, anche per il fenbendazolo è necessario un periodo di tempo supplementare per iniziare a funzionare. Di solito si tratta di circa 6-8 settimane. Infine, la terza opzione, molto simile al fenbendazolo, è la niclosamide. Si tratta di una nuova sostanza che la comunità dei trattamenti complementari contro il cancro ha seguito con attenzione. Tuttavia, è ancora relativamente giovane e necessita di maggiori informazioni sugli esatti meccanismi sui tumori. Tuttavia, vi invitiamo a dare un'occhiata a https://www.niclosamide.org/ e a ricercare tutti i dati disponibili sul suo potenziale contro il cancro al seno. Dovrebbe essere ottimo se usato in combinazione con altri regimi antitumorali. Se attualmente non sta ricevendo inibitori dell'angiogenesi come il Bevacizumab (Avastin), sua zia può provare il tetratomiomolibdato di ammonio (TM). Si tratta di un agente anti-cooperazione che favorisce la sopravvivenza nel tumore al seno metastatico. Questa molecola può essere combinata con il DCA per ottenere risultati migliori. Non deve essere combinata con la chemioterapia. In questo studio clinico sono stati ottenuti risultati positivi nelle pazienti affette da cancro al seno: Influencing the Tumor Microenvironment: A Phase II Study of Copper Depletion Using…

Il DCA ha successo nel trattamento del SCLC?

D: Il DCA ha successo nel trattamento del SCLC (carcinoma polmonare a piccole cellule)? Wayne R: Caro Wayne, grazie per la tua e-mail. Abbiamo sentito parlare di persone che hanno fermato con successo la progressione del SCLC (cancro polmonare a piccole cellule) con l'aiuto del DCA. Uno di loro è in remissione fino ad oggi e sta ancora assumendo dicloroacetato di sodio per la profilassi. Tuttavia, come probabilmente saprete, il SCLC è un tumore molto aggressivo e necessita delle migliori misure per combattere questa malattia. Ciò significa che il DCA da solo potrebbe non essere sufficiente. Se non avete ricevuto una chemioterapia molto dannosa per i nervi e non soffrite di neuropatia periferica, potete considerare di provare il DCA da solo o insieme ad altri trattamenti antitumorali. Non interrompete però le visite mediche in corso dal vostro medico e seguite i suoi consigli. Uno studio recente ha dimostrato che il DCA funziona bene in combinazione con il fenbendazolo. (Esiste anche una comunità crescente che utilizza il fenbendazolo insieme a terapie convenzionali o alternative per trattare il proprio cancro. Il fenbendazolo può talvolta fare miracoli nel trattamento del cancro ai polmoni. Provate. Vi consigliamo di provare il DCA in combinazione con il fenbendazolo per ottenere i migliori risultati. Ulteriori informazioni sull'uso del DCA sono disponibili qui: Informazioni sul DCA. Ulteriori informazioni sul fenbendazolo e sui suoi potenziali benefici terapeutici per le malattie oncologiche sono disponibili qui: https://www.fenbendazole.org/. Il resto delle informazioni può essere trovato su Google utilizzando le parole chiave "fenbendazolo cancro". Spero che queste informazioni siano utili.

Posso assumere DCA durante la chemioterapia? Prendo 140 mg di Abraxane alla settimana per un cancro al seno.

D: Salve. Posso prendere il DCA durante la chemioterapia? Prendo 140 mg di Abraxane alla settimana per un cancro al seno. Maricel R: Cara Maricel, Grazie per la sua domanda. Sì, può provare ad assumere Abraxane o Paclitaxel con DCA alle seguenti condizioni: - Non soffre di neuropatia preesistente, in particolare quella causata da una precedente chemioterapia, - Deve interrompere l'assunzione di DCA e acido alfa-lipoico per 3 giorni prima dell'iniezione di Abraxane o Paclitaxel, - Deve riprendere l'assunzione di DCA e acido alfa-lipoico non prima di 4 giorni dopo l'ultima infusione di chemioterapia, - Dovreste riprendere l'integrazione quotidiana di vitamina B non appena siete stati dimessi dall'ambiente sanitario, Ci sono studi che dimostrano che il dicloroacetato di sodio può invertire il danno mitocondriale e la disfunzione nelle cellule tumorali trattate con Paclitaxel. Questo inverte la resistenza ai farmaci Abraxane/Paclitaxel e rende la chemioterapia più efficace. Inoltre, il DCA stesso provoca l'apoptosi (morte naturale delle cellule) nel cancro, quindi si ottiene un effetto combinato. Di seguito è riportato un confronto effettuato dai ricercatori che hanno osservato l'efficacia di 1) Paclitaxel, 2) DCA e 3) Paclitaxel + DCA sui tumori dei topi. (Crescita in vivo dei tumori nei topi trattati con DCA da solo o in combinazione con paclitaxel) Lo studio su DCA + Paclitaxel è disponibile anche al seguente link: Il dicloroacetato ripristina la sensibilità al farmaco nelle cellule resistenti al paclitaxel inducendo l'accumulo di acido citrico. Spero che queste informazioni vi siano utili, Guida al DCA

Ho una domanda sul DCA, la prossima settimana inizierò l’immunoterapia perché ho un cancro ai polmoni. È sicuro e posso ancora usare il DCA?

D: Gentile signore o signora, ho una domanda sul DCA, la prossima settimana inizierò l'immunoterapia perché ho un cancro ai polmoni. È sicuro e posso ancora usare il DCA? Cordiali saluti, Alfredo. R: Caro Alfredo, grazie per la tua lettera. Riceviamo spesso domande simili, pertanto cercheremo di spiegare più dettagliatamente il DCA e l'immunoterapia. Nella maggior parte dei casi, l'uso del dicloroacetato di sodio con gli inibitori del checkpoint come pembrolizumab (Keytruda), atezolizumab (Tecentriq) e altri farmaci simili è un'ottima opzione. Non sembra che il DCA possa essere pericoloso con qualsiasi tipo di immunoterapia. (Rif.) L'immunoterapia aiuta il sistema immunitario della persona a combattere i tumori. Questa classe di farmaci è particolarmente utile quando il cancro sviluppa una resistenza al trattamento chemioterapico convenzionale. Permette inoltre all'immunità di aggirare le speciali proteine che le cellule tumorali sviluppano come "camuffamento" per continuare a crescere ed espandersi. Man mano che il cancro progredisce, continua a sviluppare un ambiente acido intorno a sé. L'acido lattico è considerato un fattore importante per l'invasione cellulare, l'angiogenesi e la soppressione immunitaria. Purtroppo, questo processo impedisce al sistema immunitario di impegnarsi pienamente nell'eradicazione del tumore. Inoltre, diminuisce l'efficacia dell'immunoterapia. Il meccanismo è illustrato nello schema seguente. (Rif.) È dimostrato che il DCA inibisce con successo la glicolisi aerobica nel cancro. Questo riduce la massiccia quantità di lattato secreto dalle cellule tumorali e previene l'acidosi. Lo spazio extracellulare circostante rimane a un pH normale, quindi il sistema immunitario può riconoscere e distruggere i tumori in modo più efficace. Considerando tutto ciò, se si vuole trattare efficacemente il cancro, il dicloroacetato di sodio e l'immunoterapia possono andare di pari passo. Questi sono i punti chiave da tenere a mente quando si utilizza il DCA insieme all'immunoterapia: - Non si deve essere affetti da neuropatia periferica causata da un precedente trattamento chemioterapico, - Se si sviluppano rare complicazioni neurologiche dovute all'immunoterapia, come la sindrome di Guillan-Barre, l'encefalite o qualsiasi tipo di neuropatia, si deve interrompere il trattamento con DCA fino a quando gli effetti collaterali non si risolvono, - Evitare l'uso di DCA, vitamina B1 e acido alfa-lipoico durante la permanenza in ospedale mentre si riceve l'immunoterapia, è possibile riprendere il DCA e gli integratori 2 giorni dopo essere stati dimessi dalla struttura sanitaria, - Se si sta ricevendo una chemioterapia citotossica, come i composti a base di platino (cisplatino, carboplatino, oxaliplatino) o i taxani (paclitaxel, docetaxel), evitare di usare il DCA e l'acido alfa-lipoico 3 giorni prima del ricovero e 7 giorni dopo aver ricevuto le infusioni di chemioterapia. Dopo questo periodo, se non si è sviluppata una neuropatia periferica indotta dalla chemioterapia, si può continuare a utilizzare il protocollo DCA come di consueto. Ricordate che il DCA combatte il cancro da solo e può essere usato come monoterapia, ma quando viene incorporato con l'immunoterapia, la combinazione dovrebbe funzionare ancora più forte. (Rif.) Spero che queste informazioni vi siano utili. Cordiali saluti, Guida al DCA

Si può usare insieme a Keytruda/Pembrolizumab?

D: Si può usare insieme a Keytruda/Pembrolizumab? Jon D. R: Salve, Jon. Sì, il DCA può essere usato tranquillamente con Keytruda (Pembrolizumab), poiché non sono previste interazioni farmaco-farmaco. (Rif.) Per quanto abbiamo appreso dalla nostra esperienza, non ci sono state interazioni negative tra il dicloroacetato di sodio e la terapia biologica. Inoltre, sulla base di ricerche e fatti di biologia del cancro, sembra che il DCA e l'immunoterapia possano andare di pari passo. (Rif.) Per maggiori dettagli si rimanda alla risposta precedente che analizza in modo approfondito il dicloroacetato di sodio e l'immunoterapia. (32)

Mia zia ha un cancro al colon al quarto stadio con metastasi. Consigliate di iniziare il trattamento con DCA e, in caso affermativo, quale dose dovrebbe assumere?

D: Buongiorno, mia zia ha un cancro al colon al quarto stadio con metastasi. È alta un metro e settanta e pesa 140 chili. Consigliate di iniziare il trattamento con DCA e, in caso affermativo, quale dose dovrebbe assumere? Grazie. Isabel. R: Cara Isabel, grazie per la tua domanda. La terapia con DCA può essere utile in quasi tutti i casi di cancro, con diversi gradi di successo. La maggior parte delle persone sperimenta un miglioramento dei sintomi, alcune stabilizzano la malattia e vivono senza un'ulteriore progressione del tumore, altre raggiungono addirittura la remissione, rimanendo così libere dal cancro. Tuttavia, il cancro del colon al quarto stadio significa che i tumori si sono diffusi nell'organismo e questo potrebbe rendere più difficile il trattamento. Ciononostante, un caso clinico pubblicato dal Dr. A. Khan dimostra che il DCA può essere ottimo per trattare il cancro al colon in stadio avanzato anche quando i trattamenti medici tradizionali falliscono. Potete leggere lo studio qui: Stabilizzazione a lungo termine del cancro al colon in stadio 4 con la terapia a base di dicloroacetato di sodio. Nell'esempio di questa donna di 57 anni, il cancro del colon allo stadio IV è stato stabilizzato con l'aiuto della terapia a base di dicloroacetato di sodio e non è progredito. Inoltre, non ha causato alcuna grave tossicità nel corso di 4 anni. La donna è rimasta altamente funzionale e ha potuto continuare a gestire la propria attività, il che dimostra che il trattamento con DCA può essere meno debilitante della chemioterapia tradizionale. Potremmo continuare a parlare dei potenziali benefici del dicloroacetato di sodio. Per rispondere alla sua domanda, consigliamo a sua zia di provare il DCA. Può assumerlo come trattamento singolo o combinarlo con la chemioterapia tradizionale (5-fluorouracile, oxaliplatino o irinotecan, ecc.) o con l'immunoterapia (Avastin/bevacizumab). È possibile assumere il DCA con Avastin senza fare pause. Tuttavia, quando si è sottoposti a chemioterapia, si consiglia di interrompere l'assunzione di DCA e acido alfa-lipoico per due giorni prima della chemioterapia e per tre giorni dopo la chemioterapia. In seguito, potrà riprendere a seguire il protocollo DCA come di consueto. Per sua zia, che pesa 140 kg, dovrebbe iniziare con 12,5 mg / kg al giorno. Lo prenda per due settimane e poi faccia una pausa di una settimana. Ciò significa che dovrebbe assumere una delle seguenti dosi: 1) 800 mg di DCA in polvere, 2) due capsule da 333 mg a colazione e una da 333 mg a cena, 3) una capsula da 500 mg a colazione e una da 500 mg a cena. Se tollera il DCA senza problemi, può passare all'assunzione di 25 mg/kg al giorno. Prendetelo per due settimane, poi fate una settimana di pausa. Ripetere i cicli. Assumere uno dei seguenti prodotti: 1) 1600 mg di DCA in polvere, 2) tre capsule da 333 mg a colazione e due capsule da 333 mg a cena, 3) due capsule da 500 mg a colazione e una capsula da 500 mg a cena. Non dimenticate di seguire…

Ha avuto risultati positivi per la LMA (leucemia mieloide acuta)?

D: Avete ottenuto risultati positivi per l'AML? Leah R: Salve, Leah. Sì, ma queste persone affette da AML hanno assunto anche la chemioterapia tradizionale. La leucemia mieloide acuta è un tumore aggressivo che deve essere monitorato attentamente dai medici, perché può causare anemia (che rende deboli), trombocitopenia (che rende inclini alle emorragie) e, soprattutto, un'alterazione della risposta immunitaria (che rende inclini a contrarre infezioni). Pertanto, consigliamo vivamente a tutti i malati di leucemia mieloide acuta di essere monitorati dal proprio ematologo. In teoria, il DCA dovrebbe essere utile per ogni tipo di cancro. In alcuni casi, farmaci come il DCA possono aiutare a mantenere una remissione più lunga. Alcuni farmaci, come il fenbendazolo, possono mescolarsi bene con il dicloroacetato di sodio per mantenere un periodo di tempo libero dal cancro. A volte, il DCA può essere il tassello mancante nei trattamenti precedenti che può finalmente aiutare una persona affetta da AML a raggiungere una remissione duratura. Lo studio spiega in modo più dettagliato casi come questo: Perturbazione dello stato ossidativo cellulare indotta da dicloroacetato e triossido di arsenico per il trattamento della leucemia mieloide acuta. I pazienti che non possono ricevere la chemioterapia citotossica o che hanno avuto una ricaduta dalla remissione potrebbero effettivamente beneficiare del trattamento con DCA. I tumori del sangue sono un argomento difficile, tuttavia speriamo che la nostra risposta faccia luce sul vostro percorso. Non esiti a chiederci ulteriori informazioni in caso di domande.

Mi chiedo se qualcuno dei fornitori di DCA più quotati elencati sul vostro sito web possa spedire direttamente il sodio DCA nella Cina continentale

D: Salve, mi chiedo se qualcuno dei fornitori di DCA più quotati elencati sul vostro sito web possa spedire direttamente il DCA sodico nella Cina continentale. A mia zia è stato diagnosticato un glioma tre mesi fa, ma la sua famiglia si rifiuta di ricorrere alla chirurgia o alla chemioterapia a causa della preoccupazione per i costi, la mancanza di efficacia e i gravi effetti collaterali. Ha provato la radioterapia, che però non funziona bene. Abbiamo quindi pensato di provare il DCA. Vi sono molto grato se potete aiutarmi con la mia richiesta. Grazie. Dan R: Salve, Dan. Sì, riteniamo che la maggior parte dei fornitori di DCA elencati sia in grado di effettuare spedizioni dirette in Cina. I primi due fornitori ricevono ordini da tutto il mondo, compresi India, Corea del Sud, Giappone e così via. Potete anche provare a ordinarlo su Amazon: https://www.amazon.com/s/ref=nb_sb_noss?url=search-alias%3Daps&field-keywords=dca. Siamo lieti che abbia trovato questa soluzione alternativa, perché siamo consapevoli della limitatezza delle scelte attuali per il trattamento dei gliomi. Le più importanti ricerche cliniche sul DCA per gli astrocitomi e i glioblastomi hanno scoperto che il dicloroacetato di sodio può essere combinato con tutti i possibili trattamenti: chirurgia, radioterapia e chemioterapia (in particolare con la temozolomide). Il DCA è perfetto per il trattamento dei tumori cerebrali perché è abbastanza piccolo da attraversare la barriera emato-encefalica ed è veramente sicuro rispetto ad altri trattamenti.

Si può assumere il DCA con trattamenti ad alto dosaggio di vitamina C per via endovenosa?

D: Si può assumere con trattamenti ad alto dosaggio di vitamina C per via endovenosa? Daniel R: Salve, Daniel. Abbiamo seguito centinaia di casi di persone che hanno assunto DCA per curare i loro tumori e abbiamo notato che molte persone assumono Vitamina C in aggiunta al loro regime antitumorale. Bisogna evitare di automedicarsi con dosi elevate di vitamina C per via orale, perché non si raggiungono le concentrazioni necessarie per ottenere un effetto. L'unico modo per farlo correttamente è quello di farsi somministrare la vitamina C per via endovenosa. Tuttavia, siate prudenti. Ci sono dei pericoli. Il principale effetto collaterale della vitamina C ad alte dosi è la formazione di cristalli di ossalato nei reni. Questo può accadere dopo la somministrazione frequente di vitamina C in grandi quantità. Abbiamo trovato questi rari casi nelle riviste mediche. Un uomo ha assunto dosi massicce di vitamina C per via orale per un paio d'anni per prevenire le recidive del cancro alla tiroide e dopo due anni ha subito danni ai reni a causa della formazione di cristalli di ossalato come prodotto collaterale della vitamina C. Dovete tenere presente questo rischio e stare all'erta. Per quanto riguarda la domanda sul DCA e la vitamina C endovenosa ad alte dosi, non abbiamo sentito parlare di interazioni e crediamo fermamente che questo non dovrebbe causare problemi. Entrambi i trattamenti dovrebbero essere ben tollerati e non avere interazioni reciproche.

Qualcuno sa se Kisqali (ribociclib) è compatibile con i DCA? O addirittura è complementare? Conoscete qualche clinica/studio in Australia competente nella somministrazione di questo farmaco?

D: Salve, la mia cara moglie sta lottando contro il cancro al seno e questo sito è stato un grande raggio di speranza. Recentemente le è stato somministrato un farmaco chiamato Kisqali (ribociclib). Qualcuno sa se è compatibile con il DCA? O addirittura è complementare? Conoscete qualche clinica/studio in Australia competente nella somministrazione di questo farmaco? Attendo con ansia una vostra risposta. Richard. R: Salve, Richard. Purtroppo il Ribociclib (Kisqali) è una terapia piuttosto nuova contro il cancro al seno e non abbiamo trovato studi che parlino della sua combinazione con il DCA. Tuttavia, abbiamo esaminato la farmacodinamica e la farmacocinetica del Ribociclib e non sembra che possa interagire negativamente con il dicloroacetato di sodio. Infatti, come già detto, non abbiamo esperienze negative di combinazione di DCA con terapie mirate. La invitiamo a leggere con attenzione il nostro lavoro su DCA Information e a informarsi bene prima di somministrare il DCA a sua moglie. Tutto dovrebbe andare bene. Basta non sovradosare il DCA e ricordare che gli integratori protettivi che raccomandiamo con il protocollo DCA sono obbligatori. DCA + Kisqali non dovrebbero causare problemi se usati insieme. Anzi, entrambi potrebbero apportare benefici. Un'altra terapia per il cancro al seno, il Tamoxifen, ha un effetto sinergico con il DCA. Se desidera un vero aiuto professionale, contatti il Dr. Akbar Khan. Ha un centro oncologico in Canada. È uno dei più famosi oncologi che utilizza il DCA insieme ad altri trattamenti oncologici convenzionali. Dubitiamo che ci sia qualcuno migliore di lui in questo campo.

Sto cercando supporto per guidare mia madre (a cui è stato diagnosticato un melanoma uveale) all’inizio dell’utilizzo dei DCA. Tuttavia non riusciamo a trovare nessuno specialista/professionista nella nostra regione. Può aiutarci in questo senso?

D: Gentile guida sul DCA, sto cercando supporto per guidare mia madre (a cui è stato diagnosticato un melanoma uveale, stadio 3, metastasi) nell'iniziare a usare il DCA. Ha già iniziato una dieta chetogenica da qualche tempo, ma ora vuole aggiungere il DCA. Tuttavia, non riusciamo a trovare nessuno specialista/professionista nella nostra regione. Può aiutarci in questo senso? Cordiali saluti, Cees. R: Caro Cees, vorremmo mostrarti uno studio davvero interessante su melanoma + DCA Stabilizzazione a lungo termine del melanoma metastatico con dicloroacetato di sodio. Per farla breve, un giovane ha usato il DCA per una manciata di anni e questo ha stabilizzato il suo melanoma, riducendo persino le metastasi linfonodali. Alla fine è guarito e in seguito ha aggiunto al trattamento l'immunoterapia. Questo è stato un grande risultato, dato che i trattamenti precedenti al dicloroacetato di sodio avevano avuto un effetto minimo o nullo. Sua madre può sicuramente assumere il DCA con la dieta chetogenica per il trattamento del melanoma. Può stabilizzare e trattare questo tipo di cancro della pelle. Consideri anche la possibilità di parlarne con il suo oncologo, che forse può aggiungere l'immunoterapia o una terapia mirata per ottenere risultati ancora migliori. Se non sapete da dove cominciare con il DCA, nel nostro sito potete trovare gratuitamente molte informazioni sul dicloroacato di sodio. Leggete attentamente. L'analisi delle informazioni sul DCA è d'obbligo. Inoltre, vi consigliamo di seguire i consigli del vostro medico, soprattutto se vi propone una terapia biologica per il melanoma. È possibile utilizzare la dieta chetogenica e il DCA insieme alle opzioni terapeutiche convenzionali. Per quanto riguarda la sua domanda sugli specialisti e i professionisti del settore medico in Europa. In Germania ci sono molti specialisti e cliniche naturopatiche che prescrivono il dicloroacetato di sodio per il cancro. Tuttavia, non abbiamo contatti con loro. Dovrete trovarli voi stessi. Se avete fondi e tempo, potete provare a contattare il dottor Akbar Khan in Canada. È uno dei migliori oncologi DCA del mondo. Potete trovare il suo sito qui, all'indirizzo Medicor Cancer.

Non ci sono più pagine da caricare